MOMENTI, ASPETTI E FIGURE DEL MINISTERO DEL CARD. GIUSEPPE SIRI (nell’ottantesimo dell’ordinazione sacerdotale) Convegno di Studi, venerdì 12 e sabato 13 settembre 2008

Il Card. Giuseppe Siri (1906-1989), Arcivescovo di Genova dal 1946 al 1987, è stata una personalità di grande spicco nel panorama ecclesiale italiano e non solo. Teologo ed esperto di dottrina sociale cristiana, fu il primo Presidente della Conferenza Episcopale italiana e guidò per due decenni il Comitato Permanente delle Settimane Sociali dei Cattolici italiani. Pio XII lo creò cardinale nel 1953, ed egli partecipò così a quattro Conclavi, oltre ad essere stato uno dei protagonisti del Concilio Vaticano II.Il 22 settembre 1928 – appunto ottant’anni or sono – egli riceveva l’ordinazione sacerdotale dal Card. Minoretti, Arcivescovo di Genova, nella Cattedrale di S. Lorenzo ed il giorno seguente celebrava la sua Prima S. Messa nella Basilica dell’Immacolata di Via Assarotti, dove aveva vissuto i suoi primi anni e alla quale restò sempre profondamente legato. A due anni dal Convegno organizzato nel centenario della nascita del Porporato, la ricorrenza di questo anniversario offre un’occasione per questo nuovo Convegno, che viene promosso dall’Arcidiocesi di Genova e da alcune istituzioni universitarie e di ricerca ed è dedicato ad approfondire “momenti, aspetti e figure” della vita e del ministero del Cardinale genovese. Infatti, nonostante il ruolo di rilievo che Giuseppe Siri ebbe nella Chiesa e nella società del suo tempo, la sua figura, la sua azione e il suo pensiero attendono ancora di essere seriamente approfonditi in tutti i loro aspetti, andando oltre certi facili, quanti ingiusti stereotipi e pregiudizi. Genova, l’Italia, l’Europa e la Chiesa universale sono le coordinate della ricerca svolta dai relatori del Convegno. Essi approfondiranno alcune dimensioni del ministero del sacerdote e vescovo Giuseppe Siri nella sua città d’origine. Si soffermeranno sulla sua azione in rapporto alla realtà ecclesiale ligure ed italiana, così come nei riguardi del mondo della politica e della cultura. Metteranno in luce il contributo di questo Pastore su questioni di interesse universale per la Chiesa, come la liturgia, il sacerdozio, la teologia.Questo Convegno vuol essere una tappa per un’ulteriore e sempre più approfondita conoscenza di questa personalità poliedrica, le cui scelte ed insegnamenti continuano a dare frutto e sono oggi sempre più riscoperte con ammirazione e gratitudine

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi